AllegroModerato, la musica che non c’era

Dieci anni di storia, una piccola rivoluzione

AllegroModerato, la musica che non c’era

L’incontro: musicisti con disabilità di AllegroModerato e giovani donne migranti della Light Orchestra sul palco insieme per un concerto a fine 2019 (Foto Vasco Dell’Oro)

Musica per esprimere il proprio mondo con gli altri

La cooperativa AllegroModerato è nata con l’intento di dimostrare che la formazione musicale può attivare e sviluppare energie e competenze emotive, cognitive e relazionali. Tali risorse valorizzano la qualità della vita delle persone con fragilità psichiche, mentali e fisiche. La persona che ha difficoltà nell’organizzazione del pensiero, nella gestione delle emozioni e delle relazioni, trova nell’esercizio del lavoro musicale la possibilità di rielaborare ed esprimere il proprio mondo interiore e di condividerlo con profondità e consapevolezza. AllegroModerato crede che le conquiste fatte con la musica possano essere poi reinvestite nelle esperienze del reale e del quotidiano. Attraverso un lavoro paziente e grazie a una metodologia rivoluzionaria, AllegroModerato guida i propri musicisti fino alla soddisfazione dei concerti in pubblico.

Una storia di crescita e gratificazione

AllegroModerato è una cooperativa sociale creata una decina d’anni fa a Milano da un gruppo di insegnanti forti di una lunga esperienza professionale nell’insegnamento della musica, rivolta a bambini, giovani e adulti con disabilità. Il nome della cooperativa – che corrisponde ovviamente a un “tempo” musicale – è stato coniato da Patrizia Santangeli e Raffaella Milazzo per il loro documentario sulle prime esperienze di alcuni dei nostri musicisti. Determinati a fare della musica non uno strumento terapeutico, ma un mezzo di crescita e gratificazione, i fondatori della cooperativa hanno avviato i primi corsi imperniati essenzialmente sul repertorio classico e creato il primo nucleo di quella che poi è diventata una grande Orchestra sinfonica, nella quale sono stati affiancati da giovani musicisti professionisti, come tutor e compagni di fila degli allievi con disabilità.

L’articolazione dei corsi

Nel corso degli anni sono stati sviluppati corsi specifici dedicati all’Orchestra sinfonica, alla musica da camera, al coro, al rock e al jazz, alla musica elettronica. I vari corsi danno vita a concerti ed eventi in Italia e all’estero. AllegroModerato realizza anche progetti innovativi come la collaborazione con le scuole dell’obbligo, gli interventi rivolti ai bambini ricoverati nei reparti di Pediatria (in cui sono gli stessi musicisti con disabilità a farsi tutor), le collaborazioni con il mondo del teatro e un’attività musicale rivolta alle donne migranti.

Grandi artisti con AllegroModerato

Diversi grandi artisti hanno voluto suonare con i nostri musicisti

Stefano Bollani

Pianista tra i più apprezzati, sapientemente capace di dividersi tra grandi esecuzioni classiche, jazz e persino rock, Bollani ci ha incontrato in più di un’occasione, esibendosi anche con i nostri musicisti a Treviso nel 2015.

Eugenio Finardi

Uno dei nomi più autorevoli del cantautoriato italiano, decine di album e centinaia di concerti ovunque, Finardi nel 2014 ha diviso il palco con i nostri musicisti per una serata speciale milanese a favore di Ledha.

Franco Mussida

Grande chitarrista, fondatore della PFM e creatore del Centro Professione Musica, Mussida è stato il solista ospite di un concerto con la nostra Orchestra Sinfonica nel 2016 all’Auditorium Haydn di Bolzano.

Giovanni Guidi

Uno dei nomi più seguiti del jazz contemporaneo, pianista e compositore, Guidi ha scelto personalmente la nostra InBand per accompagnarlo in un concerto al festival “L’altra mente” che si è tenuto a Foligno nel 2017.

AllegroModerato nel mondo

Non solo centinaia di concerti in tutta Italia, ma anche all’estero

A Mosca 🇷🇺

Per due volte, nel 2013 con alcuni solisti e nel 2014 con tutta la InBand, AllegroModerato ha rappresentato il nostro Paese al “Paramusical Festival” internazionale che si è tenuto nella capitale russa.

In Ungheria 🇭🇺

Nel maggio del 2014 l’Orchestra Sinfonica AllegroModerato ha suonato nel Teatro Nazionale di Győr, grande città dell’Ungheria nordoccidentale, con la locale Filarmonica, nel quadro della “Giornata dei ragazzi”.

A Londra 🇬🇧

Dopo aver ospitato a Milano i musicisti della Charity Symphony Orchestra di Southampton, l’Orchestra Sinfonica AllegroModerato è stata invitata dagli amici inglesi a tenere due concerti con loro a Londra nel 2018.

In Argentina 🇦🇷

AllegroModerato anche all’altro capo del mondo: nel 2017 una grande rappresentanza dei nostri musicisti è stata a Bariloche, in Patagonia, per il Festival “Arte X Igual”: quasi una settimana di concerti e workshop.

A Malta 🇲🇹

Nel 2019 una formazione ridotta dell’Orchestra Sinfonica di AllegroModerato ha dato il via al festival natalizio dell’isola di Gozo, tenendo poi un concerto nella piazza principale della cittadina maltese.

In Madagascar 🇲🇬

Dal 2018 AllegroModerato esporta il suo metodo a Diego Suarez in Madagascar, dove Francesca Sivori, educatrice e pianista, ha creato un’orchestra di 20 elementi, in collaborazione con le Policlinique Next.