Light Orchestra

Light Orchestra

La Light Orchestra al concorso DoReMiFaSud alla Cascina Casottello: i musicisti con disabilità fianco a fianco con le donne migranti: un bel modello di integrazione (foto Vasco Dell’Oro)

Integrazione e inclusione – Un progetto di laboratorio orchestrale rivolto ai migranti ospiti dei centri di accoglienza milanesi: minori non accompagnati e giovani donne. Nel lavoro sono coinvolti in veste di tutor i musicisti con disabilità di AllegroModerato. Light Orchestra nasce dalla convinzione che lo scambio e la rielaborazione dei vissuti umani e culturali attraverso la pratica artistica, e in particolare quella musicale, siano strumenti preziosi e raffinati nei processi di promozione e identificazione della persona, fondamentali poi nel costruire occasioni di integrazione e inclusione.

Esperienze europee – Il progetto è ispirato a esperienze simili già attive da qualche anno in altri Paesi europei.  Light Orchestra parte nel 2016 come progetto di volontariato sostenuto dal Comune di Milano (assessorato alle Politiche sociali, salute, diritti) e da Song Onlus che ha offerto parte degli strumenti musicali; si è poi consolidato con il contributo dellla Fondazione Alta Mane Italia presso la Casa delle Donne di Milano. Light Orchestra ha già avuto la possibilità di suonare in contesti significativi come l’apertura del Forum delle politiche sociali del Comune di Milano nel febbraio 2019.