Ci presentiamo

La cooperativa

AllegroModerato è una cooperativa gestita da esperti e insegnanti con competenze specifiche e una lunga esperienza in pedagogia, didattica musicale speciale e riabilitazione. Le famiglie sono parte integrante della vita della cooperativa, la sostengono come soci o partecipando alle sue iniziative. L’intera attività è regolata dallo statuto sociale e dalle vigenti norme di legge sulle società cooperative. Il consiglio d’amministrazione – che si riunisce varie volte nel corso dell’anno e sempre nei momenti in cui occorre prendere decisioni importanti – è affiancato dall’assemblea dei soci. L’organizzazione dei corsi e degli impegni esterni dei musicisti è affidata a una équipe didattico-organizzativa.

Consiglio di amministrazione

  • Marco Sciammarella – presidente
  • Luca Baldan – vice-presidente
  • Guido Calbiani
  • Pinuccia Gelosa
  • Marina Angela Migliavada
  • Emma Ramacciotti
  • Marco Volpi

Équipe didattico-organizzativa

  • Luca Baldan – Coordinamento Orchestra, progetti scuole e nuove tecnologie
  • Pinuccia Gelosa – Coordinamento didattico e direzione Coro
  • Ariel Pensa – Coordinamento comunicazione e media
  • Emma Ramacciotti – Coordinamento Orchestra da camera
  • Matteo Rossi – Coordinamento scientifico
  • Marco Sciammarella – Coordinamento relazioni esterne e Direzione artistica

SCOPRI TUTTA LA GRANDE FAMIGLIA DI ALLEGROMODERATO!

Una decina d’anni fa abbiamo cominciato in pochi, ma poi quella di AllegroModerato è diventata una grande famiglia. Oggi ne fanno parte circa 150 persone: musicisti-allievi, insegnanti, volontari e giovani musicisti professionisti che partecipano ai
nostri concerti.

Un’onorificenza speciale

La cooperativa AllegroModerato è stata insignita nel novembre 2016 di un’importante onorificenza dal Presidente della Repubblica. Sergio Mattarella ha infatti conferito al nostro presidente Marco Sciammarella il titolo di Cavaliere della Repubblica proprio per il suo impegno con l’Orchestra AllegroModerato.

Il riconoscimento è arrivato quando, per la prima volta, il Capo dello Stato ha voluto premiare quaranta “eroi civili” italiani “che hanno testimoniato i valori della nostra Repubblica”, distinguendosi per atti di eroismo, per l’impegno nella solidarietà, per l’attività a favore dell’inclusione sociale, della legalità e per il contrasto alla violenza. E difatti nella motivazione ufficiale dell’onorificenza si leggeva:

[…] Per aver offerto, attraverso la musica, un’occasione di espressione e di partecipazione accessibile anche alle persone con disabilità che compongono per due terzi la sua Orchestra.

La cerimonia di conferimento delle onorificenze, svoltasi al Quirinale, è stata ampiamente raccontata da tutti i media nazionali, che nell’occasione hanno voluto ricordare la storia della cooperativa, l’idea di base del progetto volta a far sì “che la musica possa aiutare le persone con fragilità psichiche, mentali e fisiche a sviluppare energie e competenze emotive, cognitive e relazionali”, sottolineando anche il ribaltamento del cliché che ha visto i musicisti con disabilità farsi “tutor” dei piccoli ricoverati nei reparti pediatrici degli ospedali milanesi . 

Marco Sciammarella – che ha voluto essere accompagnato al Quirinale da uno dei giovani musicisti con disabilità della coooperativa, in rappresentanza degli altri – nel dichiararsi onorato ha sottolineato  come il titolo ricevuto fosse da intendersi come un premio per tutti i componenti di AllegroModerato: “Gli insegnanti, i volontari, gli allievi e le loro famiglie”. Qui un estratto dell’intervista al nostro presidente su RaiNews 24: